vari loghi con simboli di disabilità e accessibilità, sedia a rotelle, audiolesi, linguaggio dei segni, cane guida per non vedenti

4 motivi per rendere il tuo sito accessibile

Abbiamo già parlato dei cinque fattori da valutare per iniziare a capire se il nostro sito ed i nostri contenuti sono accessibili o meno.

Adesso affronteremo approfonditamente il tema del perché il sito deve essere accessibile o meno. Ci sono diversi motivi e molti dei quali non vengono tenuti in considerazione. Molti di questi motivi li troverai accennati o affrontati nel singolo dettaglio in altri post di questo blog. In questo post faremo però una check-list da tenere come vademecum per ricordarsi i motivi per migliorare l’accessibilità del nostro sito.

    1.Umanità ed Empatia

Dovrebbe essere il primo motivo a guidarci: al di sopra di qualsiasi ragionamento astratto sul giusto o di qualsiasi ragionamento pratico. Dovrebbe essere il nostro istinto umano a farti pensare che ci sono persone che hanno una esperienza del mondo diversa dalla tua a causa di una qualsiasi disabilità ma che possono essere interessati a quello che il nostro sito offre. Come ti sentiresti tu in questa situazione se non riuscissi ad accedere al sito ed ai contenuti? Ecco, immedesimandoti nel prossimo comprendi già tante cose.

     2.  Etica

Se per caso sei distratto e la frenesia della vita a volte ti impedisce di essere empatico e solidale (effettivamente capita, anzi la nostra società è specializzata nell’anestetizzare certi istinti in favore dell’individualismo) l’etica ti aiuta a definire cosa è giusto e cosa no. Non è giusto precludere l’accesso all’informazione a persone che la genetica, una malattia o un incidente ha fornito di bisogni un poco più complessi del restante 80% della popolazione.

   3. Marketing

E dall’empatia ed etica passiamo al discorso della convenienza. Ci sono moltissimi motivi per il quale un sito accessibile è un investimento (che poi non è che sia un lavoro così proibitivo, bisogna seguire certe accortezze magari facendosi guidare da una persona esperta). Prima di tutto potresti stare offrendo prodotti e servizi di cui persone disabili possono essere tra i principali clienti, ad esempio la tecnologia migliora tantissimo la qualità della vita di noi persone diversamente abili, magari hai il tuo blog o ecommerce hi-tech non accessibile e ti perdi tanti potenziali clienti. In generale oltre il 20% della popolazione soffre di qualche tipo di disabilità: sei sicuro di volerti perdere tutte queste persone?

4. SEO (posizionamento sui motori di ricerca)

Alcuni dei fattori di vitale importanza per un miglior posizionamento sui motori di ricerca sono gli stessi che concorrono ad una maggiore accessibilità del sito internet. Alcuni di questi fattori di posizionamento che sono anche fattori di accessibilità sono:

  • compilare il campo “alt text” nei meta dati delle immagini (se usi un CMS per i tuoi siti come WordPress fare questo è semplicissimo), ed aggiungere descrizioni e didascalie.
  • creare testi su cui posizionare i link molto chiari che non siano fuorvianti
  • Scrivere blocchi di testo brevi e semplici, introdotti da titolo di paragrafo (header)
  • Trascrivere i testi dei video o comunque creare dei sunti testuali: in realtà il motore di ricerca non ti chiede di farlo, ma in genere se crei una pagina con solo un video ed una pagina con video ed un bel testo, questa si posiziona meglio.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento