frutta e yogurt

Consigli per la produttività: spuntini ottimi per il corpo e la mente

Continua la nostra serie di articoli sulla produttività soprattutto per chi lavora come Freelance, imprenditore (di se stesso o di un progetto), startupper e ha bisogno di tenersi sempre al meglio perché quando si lavora in proprio il rischio di distrarsi è forte.

Abbiamo parlato di quanto la colazione sia importante per iniziare la giornata dando il giusto carburante al cervello, ma cosa dobbiamo mangiare quando all’improvviso ci viene fame?

L’Idea di Snack

Se in questo momento pensi ad una pausa spuntino al 90% la tua idea che sia dolce o salata ti condurrà verso cose come: pizzetta, patatine, gelato, pasticcino, torta, cioccolatini, caramelle, salatini, biscotti dolci o salati… Ti verranno in mente street food o cibi confezionati super processati con incartamenti sofisticati e lunghe liste di ingredienti.

E dirai: vabbè ma che c’è di male? Sto lavorando da 4 ore mi merito una gratificazione. Ebbene il male c’è perché mangi senza nutrirti.

frutta e formaggi

Anche se non ha problemi di linea se il cibo spazzatura è chiamato così c’è un motivo. Quando ti senti scarico è perché il tuo corpo e cervello hanno bisogno di macronutrienti (carboidrati, proteine e grassi) e micronutrienti (vitamine e minerali). L’apporto di questi elementi nella nostra dieta è spesso totalmente squilibrato. I cibi che ho nominato prima come “pausa snack” infatti sono di solito eccessivi nel contenuto di carboidrati ad assorbimento veloce, grassi saturi e proteine dallo scarso valore biologico. Cosa significa?

  • I carboidrati ad assorbimento veloce (zucchero, cereali raffinati e derivati come tutto quello che viene fatto con la farina bianca) come già detto nell’articolo sulla colazione, causano picchi glicemici che oltre a causare maggiore predisposizione ad ingrassare, ritardare il senso di sazietà danno quel senso di stanchezza chiamato volgarmente “abbiocco”.
  • I grassi saturi sono responsabili di problemi cardio-circolatori e secondo alcuni studi danneggiano anche i neuroni
  • Le proteine di scarso valore biologico non apportano sufficienti amminoacidi, necessari per il mantenimento dei muscoli e anche delle funzioni cerebrali.

Inoltre c’è da dire che spesso i micronutrienti mancano totalmente in certi snack.

Sei sicuro che puoi metterti a lavoro ed essere produttivo se dopo una pausa dai al tuo corpo un lavoro digestivo che però non lo nutre adeguatamente?

Durante il giorno dovremmo fare almeno 3 pasti principali e 2-3 spuntini. Gli spuntini dovrebbero darci una piccola carica di energia e nutrienti senza affaticarci con una lunga digestione e renderci pronti a tornare subito all’opera.

Adesso che sappiamo cosa evitare ecco cosa scegliere:

  • Sostituire i dolcetti con frutta fresca di stagione e frutta secca, yogurt e cereali integrali per fare il pieno di vitamine e minerali, per esempio a metà mattina
  • Preparsi piccoli sandwich o panini con pane integrale, pane di segale, pane ai cereali, con formaggi leggeri (ad esempio i fiocchi di latte) o se non si hanno problemi di colesterolo anche stagionati come il Grana, e affettati leggeri come la fesa di tacchino, lo speck o il crudo. Oppure insalate. Questo per sostituire uno snack salato.
  • Se non si ha tempo per preparare acquistare snack salutari preparati con ingredienti bio, integrali e ricchi di nutrienti. Se al supermercato non ne trovate rivolgetevi a un negozio di alimentazione naturale.
  • Sostiture bibite gassate con té fatto in casa zuccherato poco o niente o con il miele, con molta acqua, centrifue e succhi di frutta.
  • Il cioccolato fondente più puro possibile fa bene: contiene proteine, sali minerali, vitamine ed aiuta l’umore.

Occhio agli ingredienti

Esistono in commecio prodotti che pur essendo impacchettati come prodotti fatti in modo tradizionale e naturali non lo sono. Non facciamoci ingannare dalla parte frontale dell’etichetta ed andiamo sul retro: se per una fetta di pane c’è una lista chilometrica di ingredienti allora forse è meglio non fidarsi.

Lo sfizio ogni tanto

Non bisogna certo vivere di stenti però! Godersi un cioccolatino o una crostatina, così come sgranocchiare qualche snack salato ogni tanto si può fare. L’importante è decidere i giorni ed i momenti in cui ci si concede lo sfizio, per esempio quando siamo a riposo e non dobbiamo lavorare, in modo che non diventi un vizio che condizioni le nostre giornate produttive negativamente alimentandoci male per tutto il tempo in cui invece dobbiamo essere al meglio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento